sabato 17 giugno 2017

word wine_red wive _ blac wine _recipes

 photo e recipet to chefAdrianomennillo .






Meat  pie ( Australia ) ingredienti e dosi : 500 gr di manzo macinato  - 1/2  cipolla tritata  -
1 tazza di acqua  - 2 dadi di carne  ( fatti in casa ) -   1/4 di tazza di ketchup   -
2/3  cucchiaini di Worcestershire sauce  -   cucchiaino di origano  - 1 pizzico di noce moscata -3 cucchiaini di farina 00  - 2 rotoli di pasta brisée  - poco olio d'oliva -   sale e pepe -
latte oppure 1 uovo per la copertura_ FATE  COSI - Scaldare il forno a 220°C.. In una padella soffriggere con un filo d'olio la carne trita e la cipolla. Aggiungere 3/4 della tazza d'acqua, i 2 dadi, il ketchup, la salsa Worcestershire, un pizzico di origano, uno di noce moscata e una macinata di pepe. Coprire e far cuocere per circa 15 minuti .Sciogliere la farina nella rimanente acqua fino ad ottenere una pasta liscia. Aggiungerla al mix di carne, mescolare e lasciar cuocere per qualche minuto. Aggiustare di sale e far raffreddare.Imburrare una tortiera e coprirla con un disco di pasta brisée, bucherellare il fondo. Riempirlo con il mix di carne, spennellare i bordi della pasta con un po' di latte o con un po' di uovo sbattuto e ricoprire con il secondo rotolo di pasta brisée. Chiudere i bordi e pressare la pasta con una forchetta. Spennellare la superficie con latte o uovo sbattuto.  Praticare un foro al centro della Meat pie, come nella foto. Il foro è necessario per far uscire il vapore durante la cottura e, al momento di servire, sarà utile per condire la tortina con la salsa al pomodoro. La salsa al pomodoro va posta in una bottiglia in plastica per ketchup, quando si gusta una tortina si infila la salsa direttamente nel buco, un po' uscirà fuori, ci si sporcherà ma credetemi ne varrà la pena! Infornare per 15 minuti  a 220°C, poi abbassare la temperatura a 180°C e far cuocere per altri 25 minuti  oppure  finché la superficie non sarà dorata.






I vini Valpolicella sono caratterizzati da un colore rubino intenso e scuro, in alcuni casi impenetrabile. La Corvina, varietà con buone proprietà coloranti, è l'uva maggiormente responsabile della colorazione del Valpolicella e colori cupi ed intenso con trasparenze ridotte indicano che le uve sono state coltivate con principi colturali di qualità e basse rese per ettaro. Nei vini di più lungo affinamento il rosso rubino, tende a mutarsi in granato, che indica uno stato di maturazione che si avvia verso l'apice.
-olfattivo :  Valpolicella hanno profilo olfattivo caratterizzato da aromi di fiori e frutti ai quali si uniscono in alcuni casi le note terziarie derivanti dalla maturazione in botte. I Valpolicella presentano soprattutto aromi di mora e violetta, accompagnati da profumi di prugna e amarena. Possiamo trovare anche mirtillo e ciliegia, assieme a note floreali di violetta, rosa rossa e, più marginalmente, ciclamino. Tra gli aromi terziari il più frequente è la vaniglia oltre a liquirizia, cannella, pepe nero, macis, pepe rosa, cuoio e cioccolato. Gli aromi di frutta si trasformano con il tempo nelle equivalenti confetture, e nei vini a più lungo affinamento si possono percepire anche aromi balsamici di mentolo ed eucalipto
_gustativo_ Al contatto col palato il Valpolicella ed il Valpolicella Superiore sono spesso caratterizzati da un'apprezzabile astringenza e da un certo calore alcolico. Più morbida ed armonica è invece la prima sensazione del Valpolicella Ripassoequilibrato da una piacevole morbidezza, risultato della particolare tecnica di vinificazione e della maturazione in botte. Buona la corrispondenza con le sensazioni olfattive che ci fa ritrovare i sapori identificativi iniziali, cioè mora, prugna e amarena. Tutti i vini della Valpolicella, in particolare il Valpolicella Ripasso, sono di struttura notevole e hanno buona persistenza gusto-olfattiva.
******** Abbinamento cibo-vino:  Il Valpolicella è un vino rosso strutturato, di solito giovane, adatto all'abbinamento con salumi, primi piatti a base di carne e carni alla griglia. Il Valpolicella Superiore è sulla stessa linea, ma contraddistinto da maggiore struttura che gli consente di "osare" di più verso arrosti e formaggi di media stagionatura. Il Valpolicella Ripasso è decisamente più morbido e rotondo, e permette anche abbinamenti con piccola selvaggina e formaggi stagionati.